martedì 23 settembre 2014

MA COSA DIAVOLO E' QUESTA BENEDETTA ALCHIMIA?

MA COSA DIAVOLO E' QUESTA BENEDETTA ALCHIMIA?
MA COSA DIAVOLO E' QUESTA BENEDETTA ALCHIMIA?


Tutti ne parlano, tutti pontificano, tutti fanno corsi, scrivono libri, creano siti. Ho visto e letto di tutto! Letteralmente. La spiegazione solo chimica dell'alchimia quella scientifica, quella sessuale, quella psicologica ( :-) ) già proprio così...quella sociologica, quella mitologica, quella fantasiosa, quella storica, quella ad uso e consumo dei propri interessi...tranne quella che l'alchimia ha sempre professato e raccomandato, tra l'altro l'unica possibile: QUELLA NATURALE .

Tutti Parlano di alchimia interna, alchimia esterna, via secca, via umida, via superveloce...come se fosse un treno Roma-Milano.
Ma insomma tutti i Corpus Totius Magiae, i testi di alchimia rivelati, i libri delle rivelazioni ecc...SONO TUTTI PARTORITI DALLA MENTE DI COLORO CHE LI HANNO SCRITTI E VANNO CONTRO, E RIPETO CONTRO, LA PRIMA REGOLA DELLA ALCHIMIA STESSA:



OSSERVA LA NATURA UNICA MAESTRA. LA DAMA!
L'Alchimista è UOMO LIBERO e quindi come potrebbe assoggettarsi a cosa dice un altro alchimista, sapendo egli stesso che la Dama parla ad ognuno secondo come

OGNUNO INTENDE?
E non è espressione di massimo amore da parte della Natura per i suoi figli, il fatto che LEI si abbassi a rivelarsi ad ognuno secondo il proprio INTENDIMENTO?
Dunque a che serve appoggiarsi ai libri se non per diletto?

Infatti i veri Philosophi lo hanno sempre detto che NON SCRIVEVANO PER INSEGNARE O TRASMETTERE NULLA A NESSUNO...COSA CHE SAPEVANO IMPOSSIBILE, MA SOLO PER PARLARE TRA DI LORO. SCRIVEVANO PER SE STESSI!
Come è squallido leggere di qualcuno che si proclama Sigillatore Unico , oppure Unico trasmettitore...di fogli scritti da altre menti, in altra epoca con altro intendimento! Come deve essere squallido appoggiarsi ad altri per il proprio potere. Appoggiarsi a carte e fogli e documenti, facendone la raccolta...come il barese, per esempio, ma potrei citarli tutti.
Deve essere avvilente che per farsi ubbidire e seguire si ha bisogno di dire che si ha questo sigillo, questo talismano di patto, questi documenti ecc....e non la propria sapienza che da sola, quando veramente c'è...BASTA PER MOSTRARE A CHI CERCA, CHE PROBABILMENTE HA TROVATO.
In questo, l'Oriente ci può dare una vera e sonora lezione. Li conta la sostanza...non il pezzo di carta o la discendenza monacale. NON E' ADERENDO A GRUPPI ED ORDINI, A MASSONERIE O FRATELLANZE CHE SI CONQUISTA LA SCIENZA, MA COME SCRISSE ARGUTAMENTE IL KREMMERZ...LA SCIENZA E' PER CHI LA CONQUISTA! IL CHE, AL DI LA DELLA TAUTOLOGIA DELLE PAROLE, E' BEN DIVERSO!
Spero che Colui che è in Alto, possa rivelare loro la vera via prima o poi: OSSERVARE LA NATURA E IN PRIMIS SE STESSI!

Ora: Il Maestro di Alchimia o Adepto deve condurre il Discepolo a questa osservazione. Portare avanti solo colui che soddisfa questi requisiti e abbandonare o deviare ad altre pratiche adatte, al temperamento del discepolo, colui che non risulta adatto all'osservazione della Natura in se nelle sue sublimi operazioni.

 


Se un discepolo o chi si avvicina alla ragione alchemica si accontenta di leggere e mettere in pratica gli scritti di Basilio Valentino, di Geber, di Fulcanelli o Canseliet, non è un Philosophus, ma un Pappagallus!
E' assurdo aspettarsi dagli ordini e dalle confraternite gli INSEGNAMENTI. Al massimo possono trasferire una conosceza che è STATA FILTRATA DALLE MENTI DEI LORO PRECEDENTI CAPI-BASTONE.
RIPETIAMOLO ALLA NOIA: LA VERA SCIENZA SI CONQUISTA DOVE LA SCIENZA E' RIPOSTA: OSSERVANDO LA NATURA NELLE PROPRIE OPERAZIONI E SORPRENDENDOLA NELLE SUE LEGGI.



Tra l'altro sembra la cosa più difficile del mondo, mentre è la più semplice!
Di grazie...non siamo noi un parto della Natura? Non avvengono in noi le stesse operazioni che avvengono nel mondo esterno( apparente) ? Allora perché diventiamo apprensivi ed invece di osservarci ed osservare per imparare, da bravo alunno della Natura ( come dicevano i Philosophi) ci rivolgiamo ai gabinetti di Riflessione?


L'alchimia si impara manipolando il FUOCO, non certo leggendo i libri. Si impara mentre si osservano i procedimenti nei Pallicani, gli Alambicchi, gli Athanor. Osservando come avvengono le Distillazioni, le Separazioni, le Cotture, le Calcinazioni, i Riverberi,
le Trasformazioni. Osservando il sorgere e levare del Sole, della Luna, le Stagioni, le piogge, i venti, le stelle che corrono nella volta celeste, il rinnovamento ( morte), la nascita, il piantare, il raccogliere, il putridume come il bello massimo. Come cova la gallina e come forma un nido l'uccello.


Come si mangia e si digerisce, come si respira, come si ama, come si scaricano i fulmini, i tuoni. Perché un fiore nasce in montagna e non in pianura e viceversa, perché quel fiume


scorre veloce mentre un altro è lentissimo. Le maree, la deposizione delle uova, Il freddo ed il caldo....devo continuare?????


Non certo sfogliando pagine vecchie di centinaia di anni e solo perché le ha scritte Kremmerz oppure Avicenna o Paracelso! Dire che il Kremmerz o chi per lui, spiega l'Alchimia nel Corpus o in altro è menzogna sapendo di mentire, oppure ignoranza pura. Il Kremmerz nel Corpus ha SOLO RIFORMULATO SENCONDO IL PROPRIO INTENDIMENTO LA SCIENZA ARCANA.

E TEMPO VERRA' CHE DIMOSTRERO' DOVE IL KREMMERZ HA PRESO LE


DOTTRINE DEL PROPRIO CORPUS.....PARI PARI! DIFATTI NON FU MAI SUO INTENDIMENTO IL DIRE CHE FOSSE OPERA ORIGINALE, MA RISCRITTURA, IL NOME STESSO..CORPUS..INDICA UNA UNIONE DI COSE, MESSE INSIEME SECONDO LA SUA CONOSCENZA.


LO SCRIVE ANCHE ALL'INIZIO DI QUESTO SCRITTO CHE LUI, RITRASMETTE NON TRASMETTE!
SPERO CHE CHI DEVE CAPIRE CAPISCA E COLORO CHE SONO SCHIAVI DI PSEUDO-MAESTRI PER VIA DI QUESTO COSIDETTO CORPUS, COMPRENDANO CHE POSSONO RITROVARE TUTTE LE COSE CHE LEGGONO IN QUESTO SCRITTO, OVUNQUE...NELLE OPERE ANTICHE, IN QUELLE CONTEMPORANEE ALL'AUTORE, NELLA NATURA IN PRIMIS. SI TRATTA SOLO DI NON ESSERE PIGRI! E SE SI TIENE ALLA PROPRIA LIBERTA' NON SI DOVREBBE ESSERLO!!!!!

RICORDATE SOLO CHE COSI' FACENDO DATE POTERE A COLORO CHE CONSERVANO CARTE SCRITTE DA ALTRI MOLTOGELOSAMENTE, PROPRIO PER QUESTO: IL POTERE, NON AVENDOLE NEMMENO CAPITE LORO STESSI! L'ALCHIMIA E' LA MASSIMA SCIENZA DELLA LIBERTA', ALTRO CHE SOTTOMISSIONE A QUALCUNO. L'UNICO A CUI SOTTOMETTERSI E' SOLO L'ALTISSIMO, UNICA EMANAZIONE DI OGNI COSA! NON CERTO IO, O IL DISCENDENTE DI UNA MASSONERIA, O DI UN ORDINE ECC.


RICORDATE SEMPRE CHE: DALLE LORO OPERE LI GIUDICHERETE!!!!
CHI NON PARLA COME IO STO PARLANDO E COME OGNI FILOSOFO HA PARLATO, E' IN MALAFEDE.
INFATTI I PHILOSOPHI STESSI PARLANO OSCURAMENTE PROPRIO PER LASCIARE LIBERO CHI DEVE...DI CERCARE E FARE LE SUE SCOPERTE IN PIENA LIBERTA', BEN SAPENDO CHE LA VERITA' NON SI PUO' TRASMETTERE! MA SOLO INDICARE DOVE CERCARE. POI E' UN CONTO TRA VOI E LA DAMA...TRA VOI E L'ALTISSIMO. TRA VOI E LA VOSTRA COSCIENZA!



In verità chi fa questo tradisce proprio il messaggio dato da questi illustri uomini. OSSERVARE LA NATURA NELLE SUE OPERAZIONI E IMITARLE!
Vi ho dato la chiave della Alchimia. Ora...se trovate la serratura...infilatela ed aprite!!!
Buona Opera e Buona Pace a tutti i sigillatoti Unici del Pianeta nelle loro malinconiche Agapi a base di capretto, e maccheroni.
Come sempre per amore di verità.
MRA