martedì 23 settembre 2014

MAGIA SESSUALE e NON


MAGIA SESSUALE e NON

MAGIA SESSUALE e NON

ELEGGERE L'EROTISMO COME BASE DELLA PROPRIA VITA SPIRITUALE SIGNIFICA CALCARE E SEGUIRE QUELLO CHE OGNI MISTICO AUTENTICO
E MAGO AUTENTICO, HA FATTO FIN DALLA ANTICHITA'.LA POSSIBILITA' DI ESTASI, CHE L'EROTISMO HA DI SVEGLIARE IN NOI, NON E' COMPRENSIBILE , FINO A QUANDO NON SI COMINCIANO LE
PRATICHE VERE E PROPRIE. LE MISTICHE SEGUENTI CHE SI SONO DISTACCATE DALL'EROTISMO SACRO COME BASE DI CRESCITA E DI CONTATTO CON IL DIVINO SONO DIVENTATE COME TORRENTI SECCHI. LO SI NOTA MOLTO SPESSO IN COLORO CHE DOVREBBERO INTENDERSENE E INVECE NON LO FANNO. SONO SEMPRE RIMASTO SORPRESO, DA DIVERSI PERSONAGGI, CHE DISCENDENTI DA LIGNAGGI VERAMENTE DI TRADIZIONE ALTA, RINNEGANDO L'EROTISMO NELLA LORO VITA, PERCHE' PENSAVANO FOSSE CONTRARIO ALLA SPIRITUALITA' SANA, SONO DIVENTATI COME MOLOCH, DIVORANTI OGNI COSA E CON UN ORGOGLIO SMISURATO! POTREI FARE NOMI, MA CHI MI LEGGE ( ALMENO QUALCUNO) SA' DI CHI PARLO. IO RITORNO SPESSO AI MIEI PRIMI ANNI DI CONTATTO CON COLORO CHE CONSIDERAVO MAESTRI...E AL LORO RIVELARSI SOLAMENTE DELLE FALENE DI INUTILE SPESSORE, A CACCIA DI SESSO MASCHERATO DA PRATICHE OSIRIDEE. RICORDO UN MIO VECCHIO...MAESTRO?... UN NAPOLETANO CHE ABITAVA A TORINO, CHE CI PROVO' CON LA MIA FIDANZATA DICIOTTENNE.... NON RIUSCIENDOCI, RUBO' LA DONNA GIOVANE ( 30 ANNI) AD UN ALTRO SUO DISCEPOLO...
MA SONO PRATICANTI OSIRIDEI.......CHE DIAMINE!!! ESSERE OSIRIDEO GIUSTIFICA OGNI COSA TURPE CHE UNO PUO' FARE...E AHI LORO NON VEDONO CHE NON FANNO ALTRO CHE ESSERE PREDA PROPRIO DEL SERPENTE DI MARE DI KREMMERZIANA MEMORIA! BEN ALTRA E' LA LIBERTA'!
OH! COME LONTANA DA LUI E DA LORO E' LA CONOSCEZIONE DELL'EROTISMO COME AFFLATO DIVINO CHE CON IL SUO SOFFIO CALDO DA VITA ALLE OSSA SECCHE DEGLI UOMINI. CHE CON LA SUA CAREZZA POTENTE, RISVEGLIA L'ARTE, LA PERCEZIONE DELLA VITA, I SENSI... PURIFICANDOLI DAL PENSIERO E FACENDOLI FUNZIONARE PER QUELLO PER IL QUALE CI FURONO DATI...POI ALLONTANDOMI DA LORO OSSERVAVO I MISTICI CRISTIANI, E QUELLI SUFI E QUELLI ORIENTALI E I MAGHI OCCIDENTALI...TUTTI VITALIZZATI DA UN UNICA ONDA INFITA: L'EROTISMO SACRO, BASE DI OGNI CULTO SULLA FACCIA DELLA TERRA!DEVO GRAZIE A COLUI CHE INCONTRAI SULLA MIA STRADA SE TUTTO QUESTO E' AVVENUTO. SIA LODE A TE! PER L'ETERNITA'! INCARNAZIONE DI DIO SULLA TERRA!
MRA 

Crowley dice che “lo scopo generale della magia è influenzare il mondo dietro le apparenze, per poter trasformare le apparenze stesse”. Il modo con cui influenziamo le apparenze dipenderà da noi, dal metodo che abbiamo scelto.!
Magia è Arte. Il mago chiama Magia la sua arte. Il buddista la chiama Legge Mistica. L’induista la chiama “Potere Yogico”. Il Cattolico dirà che ha ricevuto la grazia dalla Madonna.!
Il mago è prima di tutto uno spiritualista che trasforma la religione in profonda critica del mondo circostante. Il mago analizza i fenomeni dello spirituale, li sperimenta attraverso la Magia, indagando. Il buddista, il cattolico, l’induista accettano passivamente il loro credo, compiendo inconsapevolmente magia, incuranti di ciò che accade lo accettano passivamente parlando generalmente di Grazia.!
Invocare la Madonna o la recitazione del Daimoku, o dell’Om Mani Padme Hum... sono o non sono, dopotutto, atti magici?!

MAGIA = Scienza del Cambiamento.
 Cambiamento di cosa? Della realtà.
 Del sé.!
MAGIA = rappresentazione della NATURA e metodo di unione tra Uomo e Dio.!MAGIA = ahimé, unico sentiero possibile per arrivare a vivere un’esistenza sotto il dominio NON
DELLE ILLUSIONI ma della VOLONTA’.!

DA FARE!!!Mettersi comodi. Respirare bene attraverso un suono scelto. Per esempio inspirando dire
mentalmente AAAHHH ed espirando dire OOOOHHH. Arrivare così ad un profondo stato alterato di coscienza. !
Meditare non è solo respirazione e suono, sia mentale che fisico, è anche comportamento mentale nella vita quotidiana. Chi vuole trarre beneficio dalla meditazione deve predisporre sé stesso, in ogni momento, ad una corretta capacità mentale di gestire il suo micro e macrocosmo. Gli indivudi che hanno acquisito una profonda capacità meditativa, si riconsocono dalla loro capacità di ispirare fiducia, sicurezza, tranquillità, equilibrio e pace. E’ questo l’obiettivo della meditazione che, dunque, è una disciplina dello spirito, non solo una ginnastica spirituale.!
Oltre alla posizione comoda e alla regolazione del respiro, è importante una certa predisposizione mentale, etica, comportamentale che aiuta mente e corpo a raggiungere una maggiore consapevolezza dell’atto meditativo. In particolare questo passaggio ce lo spiegano i precetti di vivere con ARMONIA E CALMA: ovvero SENZA tensione. E' la capacità di vivere in sintonia con l’Universo. Le regole non vanno confuse con una sorta di comandamenti

dogmatici, a cui bisogna credere con “fede”. Ciò che le regole insegnano sono semplicemente quelle “capacità” innate in ogni essere vivente appartenente alla creazione, ma spesso molti di noi si allontanano da questi insegnamenti naturali, presi da “sentimenti” surrugati e frutto di uno stile di vita consumistico e materialista, che pone al centro di sé stessi la necessità di essere “Prodotti” e non, invece, reali elementi creativi. Ogni uomo e ogni donna è importante per il mondo! E questo lo dimentichiamo spesso. Sommariamente vorrei elencare i principi delle regole, principi che dovrebbero essere vissuti da tutti, e specialmente da chi vuole ottenere maggiori risultati dai processi meditativi (regole che portano, inoltre, notevoli risultati e riscontri nel “cercatore spirituale”):

1) NON DANNEGGIARE MAI UN ESSERE VIVENTE con azioni, parole, pensieri, emozioni. !
2) LA VERITA’ RENDE PURI ovvero non bisognerebbe mai dire bugie su sé stessi o sugli altri, ne alterare la realtà/verità dei fatti perché tale condizione innescherebe una serie di processi attivati dalla nostra mente per mascherare la verità e far fronte, dunque, alla bugia, innalzando tensione / ansia / nervosismo. !
3) RINUNCIA ALLA VOGLIA DI POSSEDERE LE COSE ALTRUI, è un invito ad abbandonare il materialismo e ad accettare l’essenziale, per meglio predisporsi alla ricerca spirituale. !
4) LIBERI DALLE COSE INUTILI ovvero considerare intorno a sé le cose non indispensabile e rinunciarvi. !
5) RINUNCIARE AI DESIDERI TERRESTRI. Osservando che solamente se li si desidera si è schiavi, mentre se li si usa quando servono e basta se ne diventa liberi.!

!
6) MATIENI PULITO IL TUO CORPO affinché la pelle sia liberata dalle impurità della quotidianità e della frenesia. E' una regola per chi pratica poiché i pori sporchi e chiusi inibiscono l'emanzione magnetica e il flusso e riflusso delle maree sottili che danno vitalità al corpo.!
7) NUTRITI CON GIOIA, evitando di mangiare in situazioni di collera, di rabbia, di nervosismo, in presenza di persone irate o in situazioni di tensioni perché il corpo si nutrirebbe anche di quelle energie negative, e oltre a risentirne la digestione ne risentirebbe tutto il sistema vitale del nostro organismo. Bisogna poi nutrirsi con cibi sani, in quantità adeguate alle proprie attività, evitando cibi “alterati” dalla tecnologia biomedica (tipo cibi transgenici) optando per pietanze ricche di fibre, cereali, carboidrati complessi (riso patate ad esempio). Sulla carne bisognerebbe aprire un capitolo a parte: ci sono molte scuole di pensiero al riguardo, alcune proibiscono di mangiare carne perché si introdurrebbe un alimento ottenuto da un atto di omicidio “alimentare”, qunidi mangeremmo la carne di un animale che è morto con sofferenza (assimilando, dunque, anche questa vibrazione); altri ritengono che la carne può essere mangiata purché con moderazione, in piccole dosi e solo proveniente da animali trattati nel rispetto del loro cicblo biologico. PRINCIPIO ALCHEMICO.!

8) CONSIDERARE OGNI COSA EMOTIVAMENTE E DOTATO DI EMOZIONI: ne consegue la
capacità di rispettare il prossimo, con naturalezza. !
9) IMPEGNA PARTE DELLA TUA SETTIMANA A LETTURE, RIFLESSIONI, CONVERSAZIONI, CONDIVISIONE E DIALOGHI SU ARGOMENTI SPIRITUALI, FILOSOFICI, ESOTERICI. Questo aumenta lo spirito esploratore e la ricerca spirituale. !
10) LOTTA CONTRO I TUOI VIZI, INZIANDO A RICONOSCERLI. Inoltre bisogna relazionarsi alla quotidianità eliminando il concetto de “IO VOGLIO” e iniziare ad un usare il concetto de “SI DEVE - E’ NECESSARIO CHE...”. Esempio: voglio mangiare, diventa è necessario mangiare. !
11) CONSIDERARE IN OGNI MOMENTO CHE TUTTO CIO’ CHE TI CIRCONDA E’ IMPREGNATO DELLA COSCIENZA DEL CREATORE, considerare dunque ogni situazione come emanazione del divino, sua propagazione. !
12) ESSERE TOLLERANTI VERSO COLORO CHE LA PENSANO DIVERSAMENTE. Porta al principio di tolleranza e libertà individuale.!
13) ESPRIMERE BONTA’ IN OGNI AZIONE evitando di agire con cattiveria, situazione che inquinerebbe il nostro processo di ricerca spirituale. !
14) ESSERE SEMPLICI ELIMINANDO VANITA’ E ALTERIGIA, sentimenti che causano repressione e malvagità. !
15) ESSERE SAGGI MA UMILI. Evitando quindi la superbia!

Come capirete tutti questi principi non sono così semplici da adempiere e rispettare con costanza. Se fosse così semplice saremmo tutti degli asceti, maghi, mistici ecc. Quel che conta è conoscere questi principi e quindi essere coscienti della direzione da intraprendere. Affiancare la meditazione a uno stile di vita sano (che rispecchi in parte i principi elencati) è già una buona base per raggiungere un equilibrio con il nostro microcosmo e col mondo che ci circonda.
Dopo questo equilibrio si è certi che nessuna pratica di risveglio delle profondità di se stessi, porterà pericoli.MRA!