domenica 24 luglio 2016

La Magia nel suo Funzionamento Reale


Si parla molto di magia ma veramente poche persone sanno usarla. tutti la usano nella loro fantasia e se succede qualcosa, ogni tanto, conseguente a delle azioni fatte o pensieri fatti , ci si arroga il diritto di averla fatta accadere, dimenticando che la magia è scienza pura e che quindi deve accadere SEMPRE.
In un modo o in un altro.
Intendo che non è possibile mai un azione che non sappia dove andrà a parare ma un azione completa che sa sempre quale sia la sua definizione e fine.
Se io agisco o comincio ad agire devo avere la consapevolezza di sapere come andrà a finire. Ossia il mio vero obbiettivo.
Non è possibile fare magia se si ha la mente confusionaria o persa nelle fantasie...
La magia è quella scienza che porta la volontà a regina delle circostanze e quindi ha la possibilità di piegare a se stesa le condizioni esterne, agendo su quelle interne.
Ma di quanti è azione vera?
Basti pensare che bisogna avere la statura di personaggi come Kremmerz o Crowley o Mathers  o Papua, Levi, Cagliostro, Agrippa....
Che bisogna sottoporsi ad un allenamento molto stretto e deciso. E io ho osservato molti di coloro che dicono di intendersi di magia e farla...beh...solo vedendo come vivono, cosa fanno, come pensano e agiscono, si capisce che di magia non se ne intendono.
Il motivo?
Semplice: NON SODDISFANO I POSTULATI DETTI SOPRA PER RENDERE LIBERA LA VOLONTÀ' DI AGIRE.
Oggi si è molto giocato su questo con la creazione di brand, gruppi e schiavitù' generiche che portano l'essere umano a diventare schiavo e rendere la propria volontà ad altri che ne guidano la mente.
Io da sempre ho detto di non credere a nessuno ne tantomeno credere a me.
anche e sopratutto nella pratica dunque non bisogna credere a nessuno ne tantomeno a chi si professa superiore nelle pratiche stesse.
Ossia ci si deve misurare da soli una vita ottenuti gli strumenti di azione e cosi far crescere l'anima per liberarsi da ogni appoggio ed appiglio che l'essere umano ormai è abituato ad avere.
Non credete quindi a nessuno che vi possa dire come fare e sappiate che solo la VLONTA' è sovrana in magia e che la vostra magia funzionerà se vi siete liberi da COLLERA , SENSUALISSIMO, FEDE, PAURA, CREDENZE,SCHIAVITÙ' DA CIBO, SCHIAVITÙ' DA LIBRI, SCHIAVITÙ' DA COSE COME INTERNET, SCHIAVITÙ' DALL'APPARIRE, SCHIAVITÙ' DAL VOLER ESSERE QUALCUNO O QUALCOSA, SCHIAVITÙ' DI OGGETTI E POTREI ANCORA AGGIUNGERE ALTRO.
Bisogna diventare un eremita dunque?
NO!
Bisogna avere la VOLONTÀ' talmente potente che se si dice NO ad un energia che ci attraversa, essa scompaia, e che se si esca l'energia stessa essa appaia!
Solo questo garantisce di agire in magia, perché la magia presuppone la libertà ASSOLUTA non certo la piccolezza umana, che oggi si concentra nel parlare male degli altri, nel giudicare altri, nel sentirsi i migliori , nel provare astio, nel provare odio o rancori, nel prendere come missione il fatto di fare del male a qualcuno sotto la veste di fare del bene all'umanità..mentre è solo l'astio a guidarci.
Questi ...maghi...non lo saranno mai ed è per questo che chi così agisce non può altro che perire  sotto il peso dei propri desideri insoddisfatti, che siano di frustrazione, di potenza o onnipotenza, di sesso, di gloria ecc.
Se poi si accende l'invidia...siamo alla cosa peggiore in assoluto, perché invidiare indica che si è completamente succubi di qualcun'altra, anche se si afferma di esserne liberi, e quindi la volontà è spezzata e vinta e magia non si può fare in quanto la MAGIA E' LA SCIENZA DELL'IO SUPERIORE O SE'!

Detto quanto sopra mi sembra superfluo invitarvi ad andare a vedere e leggere quanti siano ad ottemperare e soddisfare le cose di cui ho parlato sopra...e scoprirete che più che di un bla bla bla bla bla e di sogni e fantasie nella mente di chi pensa di essere mago...non sono.
Un mago è IMPASSIBILE AD OGNO COSA E VA AVANTI NELLA SUA IMMORTALE SICUREZZA.
UN MAGO NON E' SCOSSO DA NULLA NE DA NESSUNO, E NESSUNO ODIA O TEME O INVIDIA O COMBATTE!
UN MAGO VERO E' RITTO SULLE SUE GAMBE ED HA LA SUA TESTA NEL CIELO!
UN MAGO NON HA PASSIONI IN QUANTO AVERLE SIGNIFICA SOCCOMBERE AD ESSE.
NON SOFFRE MINIMAMENTE DI ASTIO IN QUANT SA CHE OGNI COSA E' UNA ED ESSENDO UNA SE ODIA QUALCUN'ALTRO ODIEREBBE SE STESSO...
COMPRESO QUESTO E SE LO AVETE COMPRESO BENE...ALLORA ANDATE A VEDERE I VARI GRUPPI ECC CHE NON FANNO ALTRO CHE METTERE ZIZZANIA E SEPARARE L'UOMO DALL'UOMO...E CAPIRETE CON CHI AVRETE A CHE FARE.

HO PARLATO SECONDO LA TRADIZIONE AMMONIA.

Riccardo Mario Villanova Sammarco
MRA
ULTIMO RIMASTO DELL'ORDINE AMMONIO