lunedì 26 settembre 2016

LE RUNE ED IL CORPO DEL SUONO


Tutti parlano delle rune nel modo che si conosce ma nessuno parla delle rune in ALTRA maniera.
La maniera a cui mi riferisco è la maniera delle forme rituali annesse ad ogni runa.
ogni runa possedendo uno schema grafico, suggerisce il particolare moto che essa segue e quindi il particolare rituale o azione adatta.
Già il fatto che esse sono connesse all'alfabeto dovrebbe portare a rendersi conto che ogni suono va ad agire nel profondo del corpo del suono.
Il corpo del suono, di cui pochissimi hanno parlato, è quel corpo adatto proprio al livello sonoro della creazione.
Le rune hanno quindi un appoggio su questo corpo e hanno la prerogativa di muoverlo e creare delle azioni sottili nel mondo sonoro per ottenere movimenti della materia e quindi per la magia ecc.
Una runa non fa altro che indicare il modo con la quale deve essere usata.
Una runa ha la capacità di trasmettere che la sua forma è una FUNZIONE D'ONDA.
Questa funzione d'onda è assimilabile a quelle funzioni d'onda di ogni cosa nella materia e non, che hanno un SEGNO.
Il segno sottile che è la rete di forze che regge la runa, si manifesta nel segno grafico che tutti osservano e al quale tutti si soffermano.
Mentre indica un ANDARE un movimento della forza che si sta evolvendo.
UNA RUNA SCATURISCE DALL'ALTRA PER POTER QUINDI EVOLVERE LA MATERIA SONORA E PORTARE ALL'AZIONE DELLA PRECIPITAZIONE CREATIVA.
Intendo dire che ogni segno runico scaturisce idealmente dal precedente mediante forze di movimento interne date dalle reti di forza che costituiscono la runa stessa.
Ricordate che le rune erano scritte sul legno ossia su materia organica viva che deve dare alla runa stessa la base di manifestazione nel mondo fisico.
Faccio un esempio molto chiaro:

SE IO DIPINGO O INCIDO UNA RUNA NELLA CORTECCIA DI UN ALBERO, STO INCIDENDO NELLA VESTE SOTTILE E VITALE DELLA PIANTA UN MESSAGGIO CHE LA PIANTA PRENDE E NUTRE E QUANDO E' MATURO LO RENDE AL MONDO MEDIANTE LA SUA PROPRIA AZIONE BIOLOGICA E METABOLICA.

Se capiamo la regola su esposta ci si rende conto che gli antichi affidavano ai boschi mediante le rune delle programmazioni del tessuto vitale degli alberi e quindi LE COSE DA ACCADERE...
In questo modo potevano ottenere molte cose.
E' la stessa tecnica che gli Egizi usavano nello scolpire o dipingere il loro alfabeto ecc.
La procedura è differente nelle azioni magiche ma le reazioni sono le stesse.
E tutto ciò era de sempre usato dalla casta sacerdotale per programmare il popolo e portarlo vicino alla concezione del Dio eterno e della realtà superiore, strappandolo dall'animalità.
Lasci perdere quando nella decadenza il corpo sacerdotale usò la conoscenza per programmare il popolo secondo i voleri dei re e non verso l'educazione divina...

Le rune ripeto agiscono sul corpo del suono e quindi si espandono recitate oltre che disegnate su superfici e se non SE NE CONOSCE LA CORRETTA PRONUNCIA NON AGISCONO PER LORO STESSE MA AGISCE SOLO IL PTERE PERSONALE DEL PRATICANTE.
Quindi se non si conosce l'azione della parola della runa ci si illude della loro azione e l'azione diventa quella del potere dell'agente e che nULLA HA A CHE FARE CON LE RUNE STESSE.
Le rune furono trasmesse da un Dio e quindi se usate in una certa maniera sbagliata distruggerebbero l universo.
sono accomunabili, ed intendete bene per carità, all'alfabeto edochiano, nel senso che ne posseggono le stesse potenze e forze!
In tradizioni differenti ma con funzioni identiche.
Ora non posso andare oltre su ciò ma PENSO DI AVER APERTO UNA FINESTRA DI INDAGINE CHE PROMA NON CERA...
Amore per voi
Riccardo Mario Villanova Sammarco
MRA