mercoledì 16 agosto 2017

HERMES E L'ARTE ERMETICA. Prima Parte

ERMA

Dio , quello vero, non chiede di credere ma di sperimentare.
Dio, quello vero, sa, che se una persona crede si fermerà solo nel pantano della propria mente e non vedrà la realtà delle cose.
Dio , quello vero e non quello che vi hanno presentato, sa, che solo dall'incontro d'amore tra anima e lui stesso si può' avere la percezione di Lui.
La percezione di Lui si ha oltre la mente perchè la mente è solo un tramite, mentre Egli è oltre la mente.
Quindi a cosa serve credere se non si ha la pratica?
A cosa serve credere se non si incontra personalmente il mistero?
Questo è il desiderio delle chiese e religioni nella più' bassa parte di esse.
Mentre nella più alta parte di esse , sono indicazione delle essenzialità esistenziali e come monito ad osservare nel profondo, per coloro che sono sprofondati nella materia e non vedono altro.
Nella loro accezione bassa, che è quella di oggi, sono solo mero desiderio di essere solo loro IL TRAMITE.
Nel processo iniziatico della Ammonia serve prima l'intermediario che possa portare al Divino, o percezione del divino o percezione di dio, chiamatela come desiderate.
L'intermediario è il NUME.
Il Nume è quella parte di noi che è a metà tra umano e divino e che quindi è PONTE tra la nostra umanità e divinità e quindi può' permetterci di contattare Dio o il Divino o la Realtà o come altro voi la chiamate.
Esso venne chiamato anche Stato Ermetico. 
Ossia quello stato che non è tutto umano e tutto divino, ma è la sintesi dei due e quindi fu rappresentato da HERMES.
                                             HERMES

Hermes ha le ali alla testa ed hai piedi. Hermes è la capacità dell'uomo di volare con la testa e muoversi con la sua parte volontaria sapendo dove andare e non farlo a casaccio ( ali ai piedi).
Esistono tecniche ben precise e che portano verso il rapporto con il NUME proprio per giungere a far funzionare le ali della testa e quelle dei piedi.
Le ali sono alle due estremità.

Ossia in alto ed in basso perchè COME è IN ALTO COSì è IN BASSO. Alle due estremità indica anche alto di cui qui non posso parlare apertamente ma è una delle chiavi principali che si deve sempre custodire e donare a chi veramente lo merita avendo mostrato amore per la Scienza Ammonia.
In ogni caso le ali sono 4 e sono dati da un elmo e da un paio di calzari, quindi non crescono spontaneamente come agli angeli che li posseggono dalla nascita sulla schiena per esempio.
Sembra un dettaglio da nulla...ma nessuno mai ci pensa.
Il che significa che queste ali possono essere creati con l'ARTE.
Sia l'elmo che i calzari.
Mentre il caduceo si formo' quando divise due serpenti che lottavano inducendoli all'Amore, e qui si svela tutta l'arte Ermetica.
Le ali quindi diventano 6 e sei è il numero del Sole, della Coscienza luminosa.
Inventò la lira tra le altre cose e la donò a Apollo, sempre coscienza luminosa ed in questo si trova l'arte ermetica di usare la musica per la conoscenza.
Altra cosa da ricordare e capire è che lui è uno psicopompo, e signore dei passaggi e delle trasmutazioni di OGNI COSA.
Egli va nel cielo e scende sulla terra, fino agli inferi.
CONTINUA

R.M.V.S.
MRA